fbpx
Your search results

🌿 L’ottobrata e le olive di Formello🍁

Pubblicato da Ruggero Marconi il 24/10/2019
0

 

🍂 🍁 COS’E’ L’OTTOBRATA ROMANA?

NO, NON E’ SOLO UN DETTO, MA…

 

…erano le enormi feste che chiudevano la vendemmia. Si facevano delle scampagnate fuori porta nei giorni di ottobre. C’erano i nobili ma c’era anche il popolo. Durante le Ottobrate ci si vestiva eccentrici, barocchi, le donne erano piene di fiori e piume. Le Ottobrate resistettero fino alla fine del governo papale, poco dopo la metà del 1800, qualcuno nei primi del Novecento ancora le faceva, oggi si sono completamente perse ma quando si parla del bel tempo a ottobre, si parla ancora dell’immortale Ottobrata romana. 

 

 

MA OGGI, COSA FACCIAMO NELLE GIORNATE CALDE DI OTTOBRE?

Noi oggi abbiamo modificato questa tradizione ottocentesca con le ‘gite fuori porta’ … con le belle giornate, il movimento nelle campagne nei dintorni della Capitale è notevole. Inoltre, è piacevole e non raro vedere famiglie intere onorare questa tradizione con scampagnate “produttive” quindi all’insegna della raccolta, ad esempio di olive…  A Formello, in effetti in questo pediodo, è freguente incontrare trattori e mezzi agricoli diretti al frantoio con il loro carico di olive. E’ iniziata la raccolta che porterà a poter gustare l’olio di ottima qualità, che il nostro territorio generosamente ci regala ogni anno.

 

 

Formello infatti ha un territorio ricco di Ulivi; la storia ci racconta che nel tempo della Prima Guerra Mondiale, quando tutto il territorio di Formello era in possesso della Famiglia Chigi, il Principe, fece impiantare dai prigionieri austriaci, centinaia di piante di ulivo, principalmente nella zona delle Selviata. Scelse queste piante, per puro investimento, dato dal fatto che  l’affaccio a sud e il clima mite di Formello, era adatto a creare un ottima qualità di olive. Proprio a questo proposito, ci racconta il signor Bruno Andreucci, che a Formello ci sono diverse qualità di olive chiamate ROSCIOLO, PENDOLINO, FRANTOIO e LECCINO (da qui poi i nomi delle vie della zona Selviata). Il frantoio, ad esempio, è una qualità molto tenace, adatta anche a sostenere climi più rigidi.

Nel tempo a Formello, si è tramandata la cultura, la cura e la piantumazione dell’Ulivo, tanto che ad oggi L’ULIVO E’ DIVENTATO UN VERO E PROPRIO SIMBOLO DI FORMELLO…

 

   

QUI DI SEGUITO ABBIAMO CREATO PER VOI UNA SELEZIONE DI TERRENI IN VENDITA A FORMELLO ⬇️

https://www.ruggeromarconi.com/case/terreno-edificabile-formello-rif-prude/

 

 

https://www.ruggeromarconi.com/case/terreno-edificabile-zona-praticello-rif-brun/

 

Rispondi

La Tua email non sarà pubblicata.

Confronto Pubblicazioni